Presente ovunque

L'importanza della disinfezione

La misura del disinfettante è essenziale per la disinfezione sicura dell'acqua in molte applicazioni, anche regolamentate per legge, come le acque reflue, l'acqua potabile, la desalinizzazione dell'acqua di mare, nelle centrali elettriche, la disinfezione di cibo confezionato o lattine e bottiglie a uso multiplo, e nell'acqua delle piscine.

Il video evidenzia i vantaggi del portfolio di sensori di disinfezione Endress+Hauser dando un'occhiata più da vicino alla produzione di acqua potabile, dove i reagenti a base di cloro sono usati come disinfettanti.

Disinfezione nell'acqua potabile

Le reti di distribuzione dell'acqua potabile devono fornire acqua sicura e di alta qualità ai consumatori. Una piccola quantità di cloro libero o biossido di cloro viene dosata all'uscita dell'acquedotto per prevenire la ricontaminazione dell'acqua trattata durante il trasporto. Qui, i disinfettanti vengono applicati in concentrazioni molto basse e vengono utilizzati i sensori Memosens CCS51D per il cloro libero e CCS50D per il biossido di cloro. Per il cloro libero, la compensazione del pH con CPS31D è utile per garantire una disinfezione efficace.

Disinfezione nell'acqua di raffreddamento

Il raffreddamento è richiesto ovunque nell'industria di processo, sia nella generazione di energia che nella produzione alimentare. Il mezzo di raffreddamento è spesso l'acqua di processo o di superficie. Tipicamente, un disinfettante viene aggiunto all'acqua di raffreddamento per prevenire la formazione di colture batterici nei tubi di raffreddamento.

Il biossido di cloro si è dimostrato efficace in questo tipo di applicazioni poiché degrada direttamente i biofilm ed è attivo in un'ampia gamma di pH anche se si aggiungono inibitori di corrosione che aumentano il valore del pH. È particolarmente adatto per gli impianti di raffreddamento aperti per garantire il rispetto di normative severe come la 42. BImSchV o VDI2047 Blatt2.

Disinfezione nelle acque reflue

Le acque reflue in uscita agli impianti di trattamento acque reflue, per poter essere scaricate in un corpo idrico recettore devono soddisfare i requisiti di qualità tipici del corpo idrico e rispettare i limiti tabellati nel decreto legislativo 152/2006. Un parametro fondamentale da misurare è la concentrazione del cloro libero residuo.

In questi casi, viene installato un serbatoio di cloro (cloro libero presente nell'acqua come acido ipocloroso (HOCl)) e il cloro viene aggiunto al processo da una pompa di dosaggio. Negli impianti di trattamento delle acque reflue industriali, la concentrazione dell'HOCl fortemente disinfettante è importante, negli impianti municipali è più decisiva la concentrazione del cloro libero disponibile, cioè la somma di HOCl e OCl-. Quest'ultimo richiede spesso una compensazione del pH della concentrazione di cloro visualizzata.

Acqua di mare e desalinizzazione

La purificazione dell'acqua tramite trattamento a osmosi inversa, come la desalinizzazione dell'acqua di mare o semplicemente la purificazione dell'acqua di falda, di lago o di fiume, utilizza il dosaggio di un disinfettante come l'HOCl nell'acqua in entrata per inibire la crescita organica dei molluschi o altre forme di crescita biologica.

Dopo le fasi di pretrattamento, prima che l'acqua passi sui moduli di osmosi inversa, il disinfettante residuo viene ridotto dosando solfuro di sodio, perché qualsiasi tipo di disinfettante danneggerebbe i costosi moduli di osmosi. In questa fase, una misura molto affidabile è la chiave e il sensore non deve passivare quando non c'è disinfettante, poiché il sistema di misura normalmente non misura nulla. Solo in caso di rottura deve rilevare il disinfettante per salvaguardare i moduli.

Per una panoramica sulle applicazioni, i campi di misura e i sensori adatti, cliccare qui.

Scopri maggiori dettagli

Vuole saperne di più sulla disinfezione?

Per essere richiamati da uno dei nostri esperti, è sufficiente compilare il modulo di contatto. Se preferite potete visitare il nostro portfolio prodotti.